This post is also available in: English Español

“Il guanto è l’accessorio che fa la differenza nell’eleganza.”(Laura Lusuardi) Da guaina protettiva per le mani ad accessorio per completare un look perfetto, il guanto ne ha fatta di strada. Secondo la leggenda, la dea Venere, un giorno, mentre correva nel bosco sul Monte Olimpo, cadde con le mani su un cespuglio di rovi e se le graffiò. Le fidatissime Grazie cucirono allora delle sottilissime bende intorno alle sue mani: erano nati i guanti. Già Omero nell’Odissea ne cantava le molteplici funzioni, ma una diffusione maggiore arrivò con gli Egizi. Nella tomba di Tutankhamon furono trovate cinque paia di guanti: di lino, a cinque dita e a uno solo, usati per condurre i cocchi o per assistere alle processioni. Ma furono gli Europei a farne un segno distintivo della nobiltà, il simbolo della massima eleganza, non più strumento, ma accessorio. Che siano corti, lunghi, sportivi, eleganti, da donna o da uomo, in pelle o in qualsiasi altro materiale, i guanti sono ancora oggi uno degli elementi d’abbigliamento che resiste al cambiamento epocale, all’avvento della tecnologia e alle nuove esigenze del mercato. I guanti italiani, prodotti che affondano le proprie radici nella grande tradizione artigianale della Penisola, sono un fulgido esempio dell’immortalità di questo accessorio senza tempo.

Napoli, capitale dei guanti : l’arte dei maestri partenopei 

Tra sapori, odori e colori sempre nuovi, non tutti sanno che nei vicoli di Napoli è possibile ricostruire la storia dei guanti italiani, o meglio l’arte della guanteria. La città campana può essere considerata a tutti gli effetti la capitale dei guanti, proprio perché qui, subito dopo l’avvio in Francia nel ‘600, iniziò la produzione di questo accessorio esclusivo, almeno agli inizi. Siamo nel 700 nel quartiere Sanità e qui, i maestri artigiani partenopei, si dedicano alla creazione di guanti in pelle italiani, tramandando arte e passione di generazione in generazione. Dal disegno alla scelta dei materiali, dal modello su carta al ritaglio minuzioso di tutte le componenti, fino alla cucitura: i guanti artigianali di Napoli nascono come pezzi unici, curati nei minimi dettagli e capaci di restare fedeli negli anni a chi li indossa. I prodotti creati dalle sapienti mani dei maestri partenopei diventano delle intramontabili, perfette eccellenze italiane, ricche di storia e cultura. 

Ecco una carrellata dei principali produttori di guanti in pelle italiani:

Omega

Dal rione sanità alla conquista del mondo: i guanti Omega raccontano la storia della famiglia Squillace, guidata da Pasquale, che nel IXX secolo mette a frutto l’idea di aprire una fabbrica di guanti. Sarà poi il figlio Gennaro a continuare la tradizione di famiglia, arrivando a produrre circa 3000 paia di guanti all’anno. Di padre in figlio, l’arte dei guanti fatti a mano conquisterà prima Alberto, esperto di tessuti e materie prime e poi Mauro Squillace, oggi a capo di un’azienda che continua a mettere davanti a tutto l’alta qualità delle proprie creazioni, tra modelli più classici e nuove tendenze. 

Guanti Omega

Guanti Omega

Mario Portolano

1895, Napoli: Fortunato Portolano fonda la fabbrica di guanti in pelle che porta il suo nome. Nelle mani del primogenito Alberto la produzione si allarga e arrivano anche la conceria e la tintoria di pelli. Il successo a livello mondiale arriva con Mario Portolano, consacratore della cultura artigianale napoletana e cultore dell’eleganza da scegliere nella quotidianità. Ancora oggi i guanti eleganti firmati Mario Portolano sono sinonimo di qualità e affidabilità. 

Mario Portolano Guanti

Mario Portolano Guanti

Gala Gloves

Tre generazioni di maestri guantai, dal 1930 alle sfide del futuro. Oggi è Alessandro Pellone a guidare questa eccellenza imprenditoriale dell’artigianato italiano, dopo aver preso in mano il testimone dal papà Gaetano e dalla nonna guantaia. Nel laboratorio di produzione propria si dedica tanto tempo alla scelta dei materiali perfetti per coniugare la tradizione artigianale alle novità modaiole.

Gala Gloves

Gala Gloves

Duecci Guanti

Gli artigiani Colonna diedero vita alla tradizione guantaia di famiglia nel 1930. Guanti in pelle da uomo e da donna nati da prestigiose collaborazioni con griffe di grande valore internazionale, come Brunello Cucinelli, Gianni Versace, Alberta Ferretti, Moschino, Dsquared, senza dimenticare i valori delle radici, l’artigianato delle origini.

Duecci Guanti

Duecci Guanti

Artigiano del Guanto

Giovanni Ricciardiello, maestro guantaio da 5 lustri, continua a lavorare nell’azienda a conduzione familiare insieme ai suoi figli. Custode della sapienza dell’arte guantaia partenopea il signor Giovanni sceglie accuratamente i materiali con i quali creare i suoi prodotti, unici al mondo. Guanti in pelle nera classica o di vari colori e modelli per essere sempre al passo con i tempi che cambiano, raccogliendo il “guanto di sfida” della modernità.

Sim Italian Gloves

L’Azienda nasce a Napoli nel 1927, fondata dal Maestro guantaio Luigi Simeone con il nome di GUANTO SIM: una fabbrica che produce guanti di pelle, lavorati secondo la tradizione artigianale napoletana. Nel 1997 i fratelli Simeone la trasformano nella Sim Italian Gloves s.r.l., continuando a contribuire da anni al successo del Made in Italy nel mondo.

Sim Italian Gloves

Sim Italian Gloves

Forino Gloves 1899

Eleganza e praticità sono i valori fondanti questa azienda guantaia nata nel 1899 dall’antica tradizione di famiglia. Oltre 200 modelli originali ed esclusivi che si fanno spazio sul mercato globale a colpi di maestria artigianale, quella che non passa mai di moda.

I guanti non sono più il simbolo che identificava una precisa classe sociale, quella più alta, stemmata, della nobiltà europea. Oggi i guanti sono un prodotto alla portata di tutti, accessorio necessario per proteggersi dalle rigide temperature invernali, ma anche e soprattutto dettaglio che arricchisce e completa l’abbigliamento, quel tocco in più in al proprio stile. Classici, moderni, perfino guanti touchscreen per potersi permettere il lusso di non toglierli quando la tecnologica e frenetica vita quotidiana ci impone di restare in contatto con gli altri. Invernali, chiusi e caldi, o estivi, aperti e traspiranti. In ogni singola cucitura di un guanto italiano c’è la pazienza e la passione delle piccole botteghe artigiane di un tempo, diventate aziende produttrici di guanti leader in tutto il mondo. I guanti di fattura Made in Italy vanno a posizionarsi di diritto nell’affollato scrigno delle eccellenze tricolori, quelle che prendono vita tra il cielo e il mare della Penisola e lentamente arrivano al cuore di chi ama la qualità, il buon gusto e la tradizione. 

Leggi anche: Gli Orologi Italiani più belli

This post is also available in: English Español