Urliamo, cantiamo, applaudiamo tutti insieme a quest’Italia che resiste e combatte. Questo è l’obiettivo dei flashmob organizzati in tutta Italia, dal nord al sud in questi giorni di quarantena.

Non solo nelle città importanti, come Roma e Milano, ma anche nelle cittadine e nei paesi più piccoli ci si sta organizzando per rimanere uniti contro l’emergenza coronavirus che ci obbliga a restare confinati in casa. L’iniziativa, partita dai social, sta conquistando tutti.

A Roma l’evento si chiama: “Affacciati alla finestra”: un flashmob musicale che prevede l’affacciarsi alle finestre. oggi si canterà l’Inno d’Italia alle 18, domani “Azzurro” e domenica sempre alla stessa ora “Il cielo è sempre più blu!”.  Nella pagina Fb dedicata all’evento si legge: «Munitevi di qualsiasi cosa che possa fare “musica” (anche le pentole se volete 😂) ripassate l inno di Mameli e affacciate alla finestra cantandolo… Noi saremo in diretta e pronti con la nostra super attrezzatura per gli eventi.»

A Milano, invece, si invita a gridare: “Milano tornerà” per 10 volte consecutive. L’appuntamento è fissato per le 18 di sabato 14 marzo. “Facciamo sentire forte e chiara la nostra voce per tutta Milano e diamoci coraggio a vicenda” è l’invito dei giovani promotori dell’iniziativa, che si può seguire anche in diretta su Instagram.

Data e ora dei flashmob organizzati in Italia

Anche Napoli risponde con diversi appuntamenti:

  • Venerdì 13 marzo ore 18.00 o ore 20.00 Flash mob a Giugliano e forse Napoli con Molise e Italia: Inno di Mameli dai balconi
  • Sabato 14 marzo ore 12.00 Flash mob in tutta l’Italia per esporre il tricolore e applaudire a tutti gli italiani che stanno collaborando
  • Sabato 14 marzo ore 20.00 a Napoli, flash mob “Napoli non si spegne” per accendere e spegnere le luci all’interno degli appartamenti. Verranno divisi in base ai vari municipi per orari diversi, per poi alle ore 20.30 tutti insieme accendere e spegnere le luci per 5 minuti
  • Sabato 14 marzo alle ore 12.00 Flash mob a Benevento “Usciamo fuori ai balconi e alle finestre”

Tutta Italia si sta mobilitando per far sentire forte la propria voce di coraggio e solidarietà. E allora uniamoci tutti, apriamo le finestre, usciamo sui balconi e abbracciamoci metaforicamente cantando. Coloriamo di allegria questo momento buio!