Fotografia. Un termine che scomposto rivela il suo significato più profondo. Foto-grafia. Scrivere con la luce. E lo scatto perfetto è proprio una questione di luce, quella giusta, quella che c’è negli occhi di chi guarda dietro l’obiettivo e decide di catturare quel momento, quel volto, quello scorcio, per sempre. Come ogni arte, anche la fotografia ha le sue eccellenze, nomi illustri che hanno portato all’attenzione mondiale scatti indimenticabili, che hanno rivoluzionato questo mondo così affascinante. 

I migliori fotografi italiani di ieri e di oggi

Oggi le nostre IEX Stories si concentrano sui grandi nomi italiani della fotografia. Non solo fotografi di moda italiani, ma soprattutto artisti che hanno raccontato e continuano a raccontare il le mille facce del mondo che cambia attraverso la complessa arte della fotografia. 

1. Gianni Berengo Gardin

“Il fotografo guarda sempre in un modo diverso dai non-fotografi. Perché vorrebbe, non dico rubare, vorrebbe appropriarsi della situazione.”

Le sue fotografie in bianco e nero hanno catturato e conquistato l’anima degli italiani negli anni ’50. Nei suoi scatti ha sempre affrontato le diverse tematiche sociali, tenendo fede al suo scopo iniziale, quello di dare un contributo in termini artistici, sociali e civili. Dopo diverse collaborazioni, è diventato uno dei principali fotografi del Touring Club, aggiudicandosi nel 1963 l’ambito World Press Photo.

Gianni Berengo Gardin

Gianni Berengo Gardin

2. Luigi Ghirri

“Cerco un punto di vista sul mondo esterno e una visione su un mondo più nascosto, interiore, di attenzione, di memorie spesso trascurate.”

Una produzione fotografica nota in tutto il mondo che si distingue per la personale reinterpretazione dell’architettura e del paesaggio italiano. Uno dei fotografi importanti per il linguaggio sperimentale: fondamentale la sua partecipazione alla Biennale di Venezia nel 1979. Un vero trasformista dell’ambiente contemporaneo!

Luigi Ghirri

Luigi Ghirri

3. Ferdinando Scianna

“La fotografia e per me un mestiere, una maniera di vivere, il filtro attraverso il quale entro in relazione con il mondo ed il mondo con me. La ricerca, forse assurda, di istanti di senso, di forma, nel caos della vita. Tentativo di comprendere, di comprendersi”

Uno dei fotografi italiani contemporanei più noti, entrato a far parte della prestigiosa agenzia fotografica internazionale Magnum Photos. A cambiare la sua vita l’incontro con Leonardo Sciascia prima e con Henri Cartier-Bresson. Dal 1987 è diventato anche uno dei fotografi di moda famosi

Ferdinando Scianna

Ferdinando Scianna

4. Oliviero Toscani

“La mia arma è la fotografia, non a caso in inglese si dice “to shoot”, che significa anche sparare, per fotografare.”

Tra i più grandi fotografi non si può non menzionare un personaggio come Oliviero Toscani, anticonformista diventato celebre a livello mondiale per le sue campagne pubblicitarie di “shockvertising” per United Colors of Benetton. I fotografi italiani emergenti si ispirano a lui e a tutto il materiale prodotto dagli anni ’80 ai primi anni 2000. Ancora oggi i suoi scatti scatenano polemica e controverse reazioni, proprio come dovrebbe fare la vera arte. 

Oliviero Toscani

Oliviero Toscani

5. Mimmo Jodice

“Quando si fotografa bisogna sapere fermare il tempo, senza che lui se ne accorga. Altrimenti si vendica. E distrugge quello che fai.”

Avanguardia: questa la parola d’ordine che ha caratterizzato la produzione di uno dei maggiori fotografi famosi italiani. Attivo fin dagli anni sessanta, l’artista napoletano ha sempre avuto un debole per le sperimentazioni e le diverse possibilità espressive del linguaggio fotografico. Nel 1980 ha pubblicato “Vedute di Napoli”, una pietra miliare della sua carriera, una raccolta di immagini che offrono una nuova visione del paesaggio urbano e dell’architettura. 

Mimmo Jodice

Mimmo Jodice

6. Ugo Mulas

“Vediamo sempre più con gli occhi degli altri.”

Formazione da autodidatta per uno dei grandi fotografi italiani. Il suo obiettivo è sempre stato quello di fornire una testimonianza critica della società nella quale vive. Nell’estate del 1964 la sua Pop Art viene presentate alla Biennale di Venezia e Mulas comincia la collaborazione con il critico Alan Solomon e il mercante d’arte Leo Castelli. Davanti a lui si apre il panorama artistico americano e l’opportunità di fotografare all’opera pittori importanti e personalità celebri, come Frank Stella, Lichtenstein, Johns e Rauschemberg, Marcel Duchamp, Andy Warhol e John Cage.

Ugo Mulas

Ugo Mulas

7. Franco Fontana

“Per me la fotografia non è mai stata una professione: è la mia continua realtà, che dona qualità alla mia vita.”

Alla base dell’arte di uno dei grandi fotografi contemporanei c’è un concetto semplice, ma di difficilissima applicazione: “rendere visibile l’invisibile”. Attraverso il colore, emergono le forme della realtà nel modo più puro. Così Fontana utilizza la macchina fotografica come strumento attraverso il quale indagare noi stessi e il mondo circostante. 

Franco Fontana

Franco Fontana

8. Gabriele Basilico

“Cerco di creare un dialogo con il luogo: io lo esploro, lui mi rimanda delle cose.”

30 anni di carriera, in cui Basilico, tra i fotografi italiani importanti, ha esposto le sue opere in tutto il mondo, pubblicato numerosi volumi fotografici e cataloghi ed è stato premiato con prestigiosi riconoscimenti internazionali. Nessuna figura umana nei suoi scatti, tutti incentrati sul racconto delle aree produttive urbane, tra edifici abbandonati, ma pieni di forza vitale.

Gabriele Basilico

Gabriele Basilico

9. Tina Modotti

“Metto troppa arte nella mia vita e di conseguenza non mi rimane molto da dare all’arte”.

Fotografa, attrice, rivoluzionaria. Una delle donne italiane più importanti dell’inizio del XX secolo, conosciuta in tutto il mondo. A causa della sua militanza nel movimento comunista internazionale, le sue opere sono rimaste a lungo nascoste. La sua fotografia è stata strumento di indagine e di denuncia sociale, proprio come la sua vita. 

Tina Modotti

Tina Modotti

10. Letizia Battaglia

“Andare al cuore delle cose”.

Non solo fotografa, ma anche politica siciliana, Letizia Battaglia è nota per le sue fotografie sulla Sicilia e sulla Mafia. Quest’artista è considerata una delle più importanti esponenti della fotografia contemporanea. Un modo originale di fotografare che la inserisce di diritto nella nostra speciale classifica. 

Letizia Battaglia

Letizia Battaglia

Fermare l’attimo per sempre. Raccontare una storia senza parole. Descrivere epoche intere attraverso la sola forza delle immagini. Scattare una foto è per tutti, trasformare uno scatto in un’opera d’arte è quello che hanno fatto pochi, eccellenti fotografi italiani. 

Potrebbe Interessarti: Migliori Gallerie d’Arte Italiane